06.23.2021
Advertising

Cannes Lions 2021 visto dalla Giuria Media dei Lions

Susanne Persson, Country Manager, Sweden, Verizon Media

Cannes

È tempo di Cannes Lions 2021 e ho l'onore di essere stata nominata membro di due giurie: Media Lions Shortlist e Young Lions.

Sono state settimane dove ho avuto l'opportunità di valutare lavori davvero eccezionali, che mi hanno dato l'ispirazione per identificare, consolidare e condividere alcuni dei principali trend che ho riscontrato sia in ambito creativo che media. Trend che ho avuto modo di riscontrare anche tra i lavori proposti ai Dubai Lynx e al Festival of Media Global Awards 2021, di cui sono stata membro delle giurie.

La non-intrusività dell’in-game advertising

Ho trovato interessante vedere molte candidature di altissima qualità di progetti in ambito in-game advertising. Questo ci fa pensare ad un'accelerazione nei consumi a causa della pandemia, ma anche che l'industria pubblicitaria sta cominciando a vedere i vantaggi che il gaming offre in termini di attenzione e coinvolgimento del consumatore.

I progetti di in-game advertising in concorso mostrano come raggiungere un pubblico che non vuole essere targetizzato o, quanto meno, vuole esserlo, senza però percepirlo come un rapporto invasivo. Se ben realizzate, le pubblicità dinamiche in-game, così come le partnership di gaming ed eSports sono esempi di soluzioni media che permettono un'integrazione fluida. E sono la chiave per raggiungere un tipo di pubblico noto per l'utilizzo degli ad blocker. Tenendo conto che oltre il 70% della popolazione adulta ha giocato almeno una volta, è stimolante e utile guardare con attenzione ai molti esempi di creatività sviluppati per questo tipo di piattaforme.

Campagne in co-branding per iniziative di beneficienza

I progetti candidati a questa edizione del Festival sono figli del tempo della pandemia e, per questo motivo, sembra esserci un aumento degli sforzi di co-marketing dei brand che hanno deciso di collaborare per raggiungere un fine più alto. È meraviglioso vedere i grandi gruppi impegnarsi in progetti a favore di un bene comune e, allo stesso tempo, promuovere i loro prodotti. In alcune campagne i competitor hanno unito gli sforzi - con messaggi o attività in co-branding - per dar vita a messaggi ancora più incisivi. Abbiamo assistito anche ad aziende che hanno sostenuto le pubblicità di altri brand per contribuire a fare la differenza.

La tecnologia media è grandiosa… non sempre

Chiaramente la tecnologia gioca un ruolo importante nell'esecuzione di molte campagne. Ma si vedono anche molti esempi di pensiero innovativo sotto forma di spot o media hackerati. In molti casi invece l'uso della tecnologia e l'attenzione su di essa sono apparsi più forte dell'idea stessa con una chiara mancanza di coerenza. Eppure, quest'anno, sono stati proposti anche esempi di come la tecnologia sia stata usata per migliorare una storia, mostrando una magica sinergia tra idea, strategia e risultati.

L’essenziale è comunicare in modo efficace

In futuro, la tecnologia continuerà a evolvere e a giocare un ruolo determinante nella creatività, ma l'essenza di una grande campagna continuerà a essere il modo in cui un brand si connette con il suo pubblico in maniera efficace.